La sfida Smartbox, partecipa anche tu

Quanta tristezza nel calcio italiano. Stadi decrepiti, spalti vuoti, famiglie consigliate a rimanere alla larga da una violenza endemica e dalla cupa imbecillità di ultras che sanno solo sfogare la loro demenziale violenza con cori senza senso. Ma cosa è successo al nostro calcio, quello che vedeva ogni partita iniziare in contemporanea con le altre e viveva della genuina emozione … Continua a leggere

Silvio Piola va alla Lazio grazie al regime fascista

C’è stata una epoca nella quale la politica non si è fatta alcuno scrupolo ad usare il calcio, e la sua già immensa popolarità, come cassa di risonanza. I grandi favori incontrati dallo sport pedatorio nel nostro paese sin dai suoi esordi, ne fecero subito uno strumento appetibile a livello di propaganda. E il regime fascista, aveva compreso che un uso … Continua a leggere

Helge Bronèe, quando la pazzia è arte

Helge Bronèe, basta il nome. E’ un peccato che uno come lui non ci sia più nel noiosissimo calcio di oggi. Vero artista del pallone, il danese riempì con le sue imprese le gazzette degli anni ’50 e, soprattutto, si procurò la gratitudine dei giornalisti grazie ad una serie di imprese che ne fecero un personaggio del tutto ineguagliabile. Era … Continua a leggere

Scatta la tua moto, condividi la tua passione e vinci il Paddock con il concorso a premi “ZOOOM”

Avevamo già dato notizia su questo blog dei due contest legati al mondo delle due ruote e rivolti a tutti coloro che sono legati dalla divorante passione per la motocicletta. Una passione che nel corso dell’anno va di pari passo con l’evolversi del Motomondiale sui vari circuiti che ne fanno parte e con le strepitose performance dei vari Valentino Rossi, … Continua a leggere

Gigi Meroni, la libellula granata

Come si fa non tifare per il Torino? Quella granata è, senza ombra di dubbio, la squadra più sfortunata d’Italia. Per esemplificare il concetto, basterebbe ricordare la sciagura di Superga, che si portò in cielo la più grande squadra mai espressa dal nostro calcio. E per rafforzarlo, non si può non ricordare la morte del povero Gigi Meroni, uno dei più … Continua a leggere

Secondo contest NGM

Il concorso si svolgerà dal 19/06/2012 al 02/11/2012, sul sito www.ngmlive.it.  Il concorso si articolerà in tre appuntamenti a partire dalla data di inizio; per ciascun appuntamento è prevista  l’estrazione di premi, per il 1°, 2° e 3° classificato.     Potranno partecipare al concorso gli utenti che avranno effettuato la registrazione sul sito dedicato  www.ngmlive.it. Possono partecipare anche coloro che … Continua a leggere

NGM – Discover Your Instinct: la telefonia ultraresistente

La fantasia di cui sanno dare prova i tifosi di calcio, è veramente sfrenata. C’è un luogo, però, ove essa raggiunge livelli sublimi soprattutto durante due partite dell’annata. Il luogo è Roma, le due partite sono le stracittadine al calor bianco che ogni anno vedono le due tifoserie fronteggiarsi a colpi di sfottò e di straordinarie coreografie, che fanno il … Continua a leggere

Quando il doping era artigianale

Il doping, nello sport, è sempre esistito. L’unica differenza, considerevole, è che una volta era artigianale, mentre ai giorni nostri si è trasformato in una vera e propria scienza, con apprendisti stregoni pronti a usare le loro competenze chimiche e farmacologiche per cercare di truccare le prestazioni degli atleti. Basterebbe leggere le cronache che giungono dagli States, ove l’ultima frontiera … Continua a leggere

Gigi Meroni, quanto ci manchi…

Ascoltando le parole di Cassano sui gay, chissà se a qualcuno è venuto in mente che c’era una volta Gigi Meroni. Proprio quel Gigi Meroni che sentiva come una cappa il conformismo dei suoi colleghi e che riteneva di dover vivere la sua vita immergendosi nel suo tempo, nello spirito di una epoca che stava fermentando qualcosa di realmente importante. … Continua a leggere

Quando i calciatori erano tifosi

Mentre impazza il terzo Calcioscommesse e vengono alla ribalta le malefatte truffaldine di giocatori che dal calcio hanno solo preso, senza mai dare nulla in cambio, l’unica cosa che rimane a chi pensa che lo sport pedatorio possa un giorno tornare alla purezza delle origini, se mai fosse esistita, è riandare con la mente al passato, alle epoche eroiche nel … Continua a leggere